Rosselli Mutina (Eccellenza)
27 maggio 2018

LA ROSSELLI MUTINA CADE IN CASA COL CANNARA ED ESCE DI SCENA DAI PLAYOFF NAZIONALI DI ECCELLENZA: ADDIO AL SOGNO DELLA PROMOZIONE IN SERIE D


ROSSELLI MUTINA-CANNARA 0-2
Reti: 73’ Lepri, 92’ Fastellini

ROSSELLI MUTINA: Brancolini, Paradisi, Serra (78’ Guilouzi), Girotti, Ruopolo, Ferrari (51’ Vacondio), Razzoli (64’ Ognibene), Traditi, Cozzolino, Greco, Azzouzi. A disp. Rinaldi, Farina, Sereni, Sassu. All. Notari
CANNARA: Battistelli, Baglioni, Ricci, Menchinelli, Gerarchini, Mattia, Anselmi (83’ Fastellini), Bernardini, Fondi, Raccichini (79’ Camilletti), Di Giuseppe (67’ Lepri). A disp. Agostini, Lolli, De Sanctis, Cassianelli. All. Farsi
Arbitro: Gigliotti di Cosenza (assistenti Bernardini e Cremona di Genova)
Note: spettatori 1.700 circa. Ammoniti Ruopolo, Greco, Menchinella, Bernardini e Ricci

MODENA – La Rosselli Mutina cade in casa col Cannara nel ritorno della semifinale dei playoff nazionali di Eccellenza per la promozione in serie D, perdendo 2-0 allo stadio Braglia, risultato che fa purtroppo il paio con lo 0-1 esterno di una settimana fa. La doppia sconfitta equivale all’eliminazione dagli spareggi per la promozione in serie D, ai quali i modenesi avevano avuto accesso dopo che erano stati battuti ai rigori dall’Axys Zola nello scontro tra le due vincitrici del girone A del campionato di Eccellenza Emilia-Romagna.
LA CRONACA – In campo i gialloblù si presentano privi di Corradi, squalificato, e dell’infortunato Spezzani; mister Notari opta per uno schieramento offensivo e presenta in avanti un tridente con Greco alle spalle di Cozzolino e Azzouzi. I modenesi partono forte con l’obiettivo di sbloccare il risultato e già al 7’ si registra la prima occasione: su schema da calcio piazzato, Paradisi lancia Azzouzi che incorna da pochi metri; il portiere respinge e sulla ribattuta lo stesso attaccante ha mira imprecisa. Quattro minuti più tardi ancora si fa vedere Azzouzi, che insacca di testa su spiovente di Greco, però l’arbitro cosentino Gigliotti annulla per fuorigioco. La Rosselli Mutina spinge soprattutto sulle corsie esterne, Cozzolino punge sulla sinistra e Paradisi sulla destra, e il risultato è una sequenza di traversoni pericolosi e svariati corner che tuttavia non vengono finalizzati; nel frattempo il Cannara si difende con ordine senza creare grattacapi alla retroguardia. La pressione si fa più insistente dopo la mezz’ora e al 32’ Greco si esibisce in una pregevole semi-rovesciata che durante la corsa incoccia sfortunatamente nel corpo di Azzouzi. Dopo un tentativo da lontano di Girotti, fuori misura, ecc la clamorosa chance per Traditi al 40’: ricevuto l’appoggio del numero 11 dal limite, il centrocampista lascia partire una staffilata a botta sicura che si infrange sul palo. La frazione iniziale si chiude così sullo 0-0.
Nella ripresa il copione non varia: la Rosselli Mutina attacca, i perugini arretrano. Perso Ferrari per infortunio, sostituito da Vaconio, è proprio l’esterno che al 7’ va vicino a propiziare la rete per i gialloblù con un cross morbido dal centro-sinistra che Serra, appostato da solo nel cuore dell’area, spedisce sopra la traversa. E ancora Serra, 4’ dopo, su spunto di contropiede incrocia col mancino senza riuscire a bucare Battistelli. I modenesi spingono sempre, al 14’ Greco dai venti metri impegna il portiere umbro, e al 20’ Paradisi dopo una bella cavalcata sulla destra arriva al tiro da pochi metri trovando la respinta del guardiano ospite. Insomma è quasi un assedio, il Cannara si vede giusto al 70’ con una punizione dal centro-destra che Brancolini allontana coi pugni, fino alla beffa che diventa realtà improvvisamente 3’ più tardi: su una ripartenza sulla destra, Menchinella suggerisce per Lepri, che in posizione sospetta calcia al volo sul primo palo indovinando il tiro dello 0-1 che spezza l’equilibrio. La Rosselli Mutina si butta in avanti con la forza della disperazione e al 79’ c’è una enorme possibilità per pareggiare, con Guilouzi che da pochi passi dalla linea di porta manda out su assist rasoterra di Paradisi che aveva tagliato l’area. Altre incursioni finiscono nel vuoto e, anzi, nel recupero il Cannara riesce addirittura a raddoppiare col Fastellini che sfrutta il passaggio volante di Lepri. Tra gli applausi del folto pubblico presente al Braglia cala dunque il sipario sulla stagione strepitosa della truppa di mister Notari: la Rosselli Mutina viene eliminata nella semifinale dei playoff nazionali di Eccellenza e, pur con la consapevolezza di aver vinto il campionato da neo-promossa, svanisce il sogno della promozione in serie D.