Archivio notizie (pagina 33)
19 marzo 2017

LA ROSSELLI MUTINA VINCE ANCORA: A SEGNO GRIPSHI E AZZOUZI NEL 2-1 DEL DERBY CON LA VIGNOLESE



ROSSELLI MUTINA-VIGNOLESE 2-1
Reti: 37’ rig. Gripshi, 69’ Bartolini, 78’ Azzouzi

ROSSELLI MUTINA: Benedetti, Ricaldone, Righi, Girotti, Vignocchi (57’ Prandi), Ligabue, Modica, Guilouzi, Gripshi, Pecorari (65’ Azzouzi), Paradisi (79’ Manno). A disp. Brancolini, Bozzini, Vaccari, Lusvardi. All. Nannini
VIGNOLESE: Barraco, Mazzoli, Giovanelli (65’ Bartolini), Lanzellotto, D’Ambrosio, Di Virgilio, Tripepi (26’ Innocenti), Goldoni, Garagnani (85’ Olivari), Pezzella, Mohamed. A disp. Biagioni, Giusti, Zeppieri, Dardani. All. Cioni
Arbitro: Cola di Cesena (assistenti Ferrari di Modena e Russo di Piacenza)
Note: ammoniti Ricaldone e Giovanelli. Spettatori 100 circa

MODENA – Un’altra vittoria, la dodicesima nelle ultime quindici giornate, per allungare in vetta alla classifica distanziando le inseguitrici a +7. La Rosselli Mutina non conosce soste e, dopo il successo nell’andata della semifinale di Coppa Italia di mercoledì sera, si replica nel derby di campionato superando di misura la Vignolese. Un avversario ostico, domato con le reti di di Gripshi su rigore e Azzouzi, di nuovo decisivo dopo essere subentrato. Ora i gialloblù sono a quota 67 punti conquistati in 29 turni nel girone B del campionato di Promozione.
Al via il tecnico Nannini, privo di capitan Tammaro per infortunio, presenta alcune novità confermando Benedetti tra i pali dopo la buona prova infrasettimanale e schierando la difesa a tre, con Modica alla guida. Il copione è abbastanza chiaro sin dai primi minuti: la Rosselli Mutina all’attacco, la Vignolese a caccia di ripartenze. La prima fase è di studio; Gripshi al 9’ cerca di spezzare l’equilibrio sfruttando una ribattuta della difesa ospite dopo un tentativo di locale, ma il portiere para. Gli sbocchi sono pochi, si cerca di sfruttare le fasce, e al 21’ Ligabue scende sulla sinistra innescando un traversone rasoterra che attraversa l’intera area senza che nessun compagno raccolga. Allo stesso modo Paradisi, al 31’, si insinua in area vedendo il suo passaggio al centro terminare in nulla di fatto. Il gol dell’1-0 arriva in maniera un po’ casuale, al 31’, quando un cross dalla trequarti mancina piove in area; Innocenti (entrato da poco per Tripepi) prova ad allontanare, però il pallone è intercettato dal suo braccio dopo un rimbalzo sul terreno. L’arbitro cesenate Cola fischia il penalty, dal dischetto si presenta Gripshi che con freddezza spedisce la palla alla destra di Barraco. Un centro che fa esplodere la gioia gialloblù e che conclude in pratica il primo tempo.
Nella ripresa la Vignolese si rende pericolosissima al 4’, quando un blitz offensivo sulla sinistra produce un rasoterra che sfila davanti a Benedetti con il mancato intervento delle punte ospiti. La Rosselli Mutina insiste sulle corsie laterali, puntando al raddoppio che chiuderebbe il confronto, e ci va vicinissima al 16’ con un pregevole gesto tecnico di Paradisi: ricevuto un lancio a sinistra da Girotti, salta Mazzoli come un birillo e incrocia con un fendente a mezz’altezza che va a centrare il palo. Proprio mentre la pressione locale sale, la compagine ospite – che prova a innescare gli avanti con lanci lunghi in velocità – trova al 24’ la marcatura dell’1-1 con Bartolini entrato da pochi minuti: l’attaccante incorna su calcio piazzato da destra di Pezzella, saltando più in alto del difensore e spedendo sul secondo palo.
Incassato a sorpresa il pareggio, l’undici di Nannini alza il baricentro e dopo un paio di minuti sfiora il 2-1 sull’asse Paradisi-Azzouzi, con la punta appena subentrata che di testa manda sulla traversa la sfera “spizzata” da un difensore vignolese sull’ennesimo cross dell’esterno. Di nuovo al 29’ Paradisi ispira Azzouzi, che spedisce out, finché il terzo tentativo va a segno: da destra il numero 11 calibra il traversone per il compagno che buca Barraco avventandosi sulla "correzione" di Gripshi. E’ la rete del 2-1, col centravanti nuovamente decisivo dopo l’ingresso nel secondo tempo. Il gol vale il successo della Rosselli Mutina, un successo più che meritato, che Manno al 36’ potrebbe rendere più rotondo con un tentativo a destra che termina alto. Domenica prossima , 26 marzo, per Guilouzi e soci è in programma la trasferta a Viadana.

19 marzo 2017

LA MUTINA SPORT RIFILA UNA POKER ALLA CITTANOVA E VOLA IN VETTA ALLA CLASSIFICA

MUTINA SPORT-POLISPORTIVA CITTANOVA 4-0
Reti: 15’ Cosmai, 43’ Morselli, 49’ De Laurentiis, 63’ Terranova

MUTINA SPORT: Palladini, De Benedictis, Morseli, Severi, Cacciari, Gambarelli, Cioffo (63’ Cuoghi), Crisci (59’ Cinquegrana), Cosmai (79’ Gheorghe), Terranova (67’ Sacchi), De Laurentiis (61’ Andreacchio). A disp. Andrulli, Fowe. All. Ferrari
CITTANOVA: Monelli, Guicciardi, El Mogy, Cuoghi, Santini, Di Campi, Zanoli, Patras, Calabrese, Vaccari, Tonfak. A disp. Cisse, Melotti, Tamagnini, Garuti, Mbayen, Puiu. All. Cuoghi
Arbitro: Botti di Finale Emilia
Note: ammoniti Severi, Gambarelli, Andreacchio, Crisci e De Laurentiis


MODENA – Dopo una lunga rincorsa, la Mutina Sport conquista la vetta del campionato del girone A di Terza categoria: la quaterna rifilata alla Polisportiva Cittanova nel derby cittadino del 23esimo turno vale il vertice a 270’ dal termine della stagione regolare. A segno, nella quaterna sul sintetico del campo “Manfredini”, sono andati Cosmai, Morselli, De Laurentiis e Terranova.
L’incontro ha visto l’undici di mister Ferrari partire con una certa intensità con l’obiettivo di sbloccare quanto prima il match. E infatti il punto dell’1-0 non si è fatto attendere; dopo appena un quarto d’ora all’apice di una pregevole azione corale Terranova ha attivato in profondità De Benedictis, lanciatissimo e bravo a crossare per Cosmai, appostato sul secondo palo e coordinato nel bucare Monelli. Il vantaggio non ha frenato Crisci e compagni, che hanno sprecato un paio di chances per raddoppiare, e Palladini è stato attento nell’unica azione offensiva degna di nota degli ospiti della frazione, stoppando Vaccari diretto verso la sua porta su un taglio centrale. L’atteso “bis” lo ha siglato Morselli a un paio di minuti dal riposo, con uno straordinario fendente dal centrosinistra, da fuori area, che si è andato a insaccare sul palo opposto. Un gesto tecnico bellissimo che ha richiamato gli applausi del pubblico.
Avanti di due marcature, tornata in campo forse più sciolta, all’inizio della ripresa la compagine di casa ha firmato il tris con De Laurentiis, ispirato ancora una volta da un Terranova decisivo sulla tre-quarti con una verticalizzazione che ha messo il numero 11 nelle condizioni di presentarsi faccia a faccia con l’estremo difensore rivale e di infilarlo. Proprio Terranova ha chiuso il tabellino completando il poker su appoggio di Andreacchio che aveva addomesticato un pallone “sporco”: ne è scaturito un fendente violento dal centro-destra, dalla distanza di venti metri, che ha gonfiato la rete sul primo palo di Monelli. Nel finale Cuoghi avrebbe potuto centrare il quinto punto, così come la Polisportiva Cittanova avrebbe potuto segnare il gol della bandiera con Puiu sfruttando un errato disimpegno della difesa della Mutina Sport.
Domenica prossima lo schieramento guidato da Ferrari, ora come detto primo in classifica con tre incontri da disputare, è chiamato a un altro match interno: a Saliceta arriverà il Real Modena Montale, che all’andata impose il 2-2.
15 marzo 2017

LA ROSSELLI MUTINA ESPUGNA MONTECCHIO NELLA SEMIFINALE DI ANDATA DI COPPA ITALIA PROMOZIONE

MONTECCHIO-ROSSELLI MUTINA 1-2
Reti: 38' rig. Perla, 73' Gripshi, 76' Paradisi

MONTECCHIO: Bolzoni, Iacuzio, Bertolini, Oppido, Zecchetti, Bahie, Ferrari, Benassi, Lo Giudice (75' Tazzioli), Perla (79' M. Ligabue), Chiussi (58' Landini). A disp. Orlandini, Semplice, Maccagnani, Merolla. All. Montanini
ROSSELLI MUTINA: Benedetti, Vignocchi (51' L. Ligabue), Ricaldone, Girotti, Tammaro (31' Modica), Vaccari (51' Righi), Paradisi, Guilouzi, Azzouzi (51' Gripshi), Pecorari (89' Lusvardi), Manno. A disp. Brancolini, Bozzini. All. Nannini
Arbitro: Guidetti di Ravenna (assistenti Rizzo e Marzocchi di Bologna)
Note: ammoniti Chiussi, Guilouzi, Bertolini, Landini e Bahie. Spettatori 100 circa. Chiussi accompagnato fuori dallo stadio in ambulanza per infortunio

MONTECCHIO (RE) - Arriva un'importantissima vittoria esterna a Montecchio per la Rosselli Mutina nella semifinale di andata di Coppa Italia Promozione. Il risultato rappresenta un "tesoretto" per i gialloblù in attesa del match di ritorno previsto per mercoledì 29. L'incontro ha visto la truppa di Nannini mantenere il predominio territoriale a fronte di una compagine che ha spesso e volentieri agito in ripartenza; il successo è stato costruito in rimonta, dopo l'iniziale vantaggio dei locali, grazie al micidiale uno-due firmato da Gripshi e Paradisi.
La cronaca. La formazione modenese comincia all'attacco; nel primo tempo al 6' crossa da sinistra di Paradisi, Guilouzi a centro di testa manda fuori di poco. Bissa Pecorari al 9', da lontano, che spedisce out di un metro. Al 27' ad Azzouzi viene annullata per fuorigioco una rete sottomisura, mentre alcuni minuti più tardi il capitano Tammaro è costretto a uscire per infortunio. Al 38' a sorpresa i padroni di casa passano in vantaggio: traversone innocuo in area ospite, Vaccari intercetta con un braccio. È penalty e dagli undici metri Perla buca Benedetti.
La ripresa si apre con una doppia clamorosa chance per la Rosselli Mutina: al 3' Paradisi a sinistra scende sul fondo e crossa; Bolzoni smanaccia appena sotto la traversa, quindi il pallone viene intercettato da Pecorari che calcia a botta sicura da pochi metri vedendosi respingere la conclusione. La pressione di Girotti e compagni non cala, costringendo il Montecchio (che intanto ha perso Chiussi per infortunio) nella propria metà campo, e al 26' si concretizza il pareggio: Modica sulla sinistra elude il marcatore, va in fondo e pennella un traversone a uscire per Gripshi che in area si presenta davanti a Bolzoni, lo dribbla e da posizione defilata sulla destra insacca. Un bel gol che viene raddoppiato appena 3' più tardi da un centro straordinario di Paradisi che, sulla ribattuta della difesa reggiana, al volo da una ventina di metri inventa una staffilata che supera imparabilmente il portiere locale per il punto dell'1-2. Un punto di fondamentale importanza in vista del secondo confronto tra i due schieramenti in programma tra due settimane.