Archivio notizie (pagina 41)
28 gennaio 2017

JUNIORES REGIONALI: LA ROSSELLI MUTINA PAREGGIA CON LA FOLGORE RUBIERA E RESTA IMBATTUTA


ROSSELLI MUTINA-FOLGORE RUBIERA 2-2
Reti: 20’ Cosmai, 60’ e 75’ Amrani, 85’ Fazio

ROSSELLI MUTINA: Argilli, Messori, D. Benedetti, Vecchi, Shanableh, Righi, Priori, Maugeri, Cosmai, Razzoli, Barbieri. A disp. Rinaldi, Fazio, Nicioli, D'Orso, Emoro, Kpanti. All. S. Benedetti
FOLGORE RUBIERA: Lodesani, Amdouni, Oppido, Sinagra, Gia. Ruggerini, Rinaldi, Gio. Ruggerini, Nicolini, Fantuzzi, Amrani, Gallinari. A disp. De Cicco, Acito, Zanoni, Di Luna, Oleari. All. Lusvardi
Arbitro: Sturda’ di Modena

MODENA – Vale il sesto risultato utile consecutivo il pareggio interno della Rosselli Mutina contro la Folgore Rubiera nel ventesimo turno del campionato Juniores regionali. Di Cosmai e Fazio le reti.
Al “Mazzoni” si affrontano due squadre affamate di punti e, dopo il minuto in commemorazione delle vittime in Abruzzo, sono gli ospiti a partire forte e a sprecare due ghiotte occasioni con Giorgio Ruggerini e Fantuzzi nei primi 5 minuti. La pressione non cala e i reggiani premono, togliendo idee ai padroni di casa. La Rosselli Mutina tuttavia è presente e al 20’ trova la rete con Cosmai che beffa Lodesani con un pallonetto maligno dal limite dell'area. Dopo la marcatura la partita cambia volto e i modenesi prendono in mano le redini del match, costruendo numerose occasioni da gol; tra le varie chances è da segnalare l'azione che porta Benedetti a tu per tu con il portiere, ne nasce una conclusione potente che l’estremo difensore devia sul palo e poi in angolo. E pochi minuti più tardi Righi manca su angolo la deviazione vincente; si va dunque al riposo con i gialloblù che legittimano il vantaggio.
La ripresa ripropone la Folgore Rubiera alla ricerca del gol e la Rosselli Mutina pronta a ripartire, come quando al 10’ Cosmai inventa un assist per Priori che conclude vedendo il suo spunto respinto da Lodesani a parare in uscita disperata. Gli ospiti trovano il pareggio con Amrani al 15’, al termine di una concitata azione in area piccola, un punto che dà loro coraggio e che li conduce ad attaccare ancora, trovando il raddoppio ancora con Amrani un quarto d’ora più tardi. Nonostante lo svantaggio, la compagine di casa non si perde d'animo e si ricompone, sebbene gli ospiti si facciano vedere dalle parti di Argilli (al rientro), bravo a neutralizzare i blitz dei reggiani.
Ormai prossima alla fase finale, la gara sembra incanalarsi a favore degli ospiti visto che Nicioli e Razzoli non riescono ad andare a bersaglio, ma all’85’ i mai domi ragazzi di Benedetti raggiungono il pareggio sugli sviluppi di un corner grazie a Fazio che insacca con un fendente in diagonale. Gli spalti “esplodono” e la Rosselli Mutina, caricata dal pubblico, sfiora il 3-2 con Nicioli su punizione al 92’. L’incontro termina così con la divisione della posta tra i due club, capaci di dar vita a una sfida bella e intense con Argilli e Vecchi tra i migliori nei padroni di casa e Amrani e Sinagra che spiccano tra i reggiani. Sabato 4 febbraio i gialloblù, giunti come detto al sesto risultato utile di fila (quattro successi e due pareggi) sono attesi a un derby in trasferta, la trasferta sull'ostico campo del Fiorano.

Nella foto: Priori e Barbieri in un momento del match
22 gennaio 2017

LA ROSSELLI MUTINA FRENATA DAL CASTELNUOVO NON VA OLTRE LO 0-0


CASTELNUOVO: Sassi, M. Venturelli, Orlandi, Guglielmetti, Di Bernardo, Fontanesi, Palladini (67’ Vernillo), Gualtiero, Bellini (84’ Centin), Totaro, Pagliani. A disp. Saetti Baraldi, Chiappini, Soldo, F. Venturelli, Salvi. All. Consoli
ROSSELLI MUTINA: Brancolini, Vignocchi, Righi, Girotti, Ricaldone, Ligabue, Modica (77’ Manno), Guilouzi, Gripshi, Paradisi, Guastalli. A disp. Benedetti, Shanableh, Bozzini, Vaccari, Asante, Pecorari. All. Nannini
Arbitro: Andreoli di Bologna (assistenti Cocchiara di Piacenza e Carrucciu di Parma)
Note: spettatori 100 circa. Ammoniti Guglielmetti, Orlandi, D. Palladini, Totaro, Vernillo, Paradisi, Gualtieri, Guilouzi e Righi. Espulso Paradisi al 50’

CASTELNUOVO RANGONE (MO) – La Rosselli Mutina non riesce ad andare oltre lo 0-0 in trasferta contro il Castelnuovo in una gara dominata e caratterizzata da diversi episodi che hanno condizionato l'andamento del match allo stadio “Scirea”. Si tratta comunque del settimo risultato utile consecutivo per la squadra di Nannini che, dopo 21 turni del campionato di Promozione, resta nel terzetto di testa della classifica.
Priva di capitan Tammaro, influenzato, la formazione gialloblù si produce in un discreto e costante predominio sin dalle fasi iniziali ma immagina che non sarà giornata già al 4’, quando viene negato un calcio di rigore, apparso netto dalla tribuna, per atterramento di Paradisi lanciato nell’area piccola da Gripshi sulla corsia di destra. Qualche minuto più tardi Guilouzi mira l'angolino di testa su traversone di Modica, mancando però il bersaglio, e sempre con un’incornata si fanno vedere i padroni di casa: al 12’ è Di Bernardo che fallisce da buona posizione. Gripshi, unica punta di ruolo, è chiamato a un gran lavoro sulla tre-quarti; dialoga con Guastalli, Modica e Guilouzi e proprio su assist di testa del numero 8 scarica al volo verso Sassi, al 22’, spedendo tuttavia out. Al 31’ il centravanti taglia per Paradisi, sempre pronto alle incursioni, e l’esterno dopo aver dribblato un avversario scaglia un fendente a mezz’altezza che il portiere locale devia in angolo. Al 38’ si registra forse la principale delle occasioni, quando ancora Gripshi pennella un cross morbido che attraversa l’intera area piccola fino all’incornata di Ricaldone, appostato sul secondo palo, che spedisce fuori a pochi passi dalla rete. Rammarico in casa modenese, mentre la frazione si chiude con una punizione da 30 metri di Girotti che l’estremo difensore castelnovese blocca a terra.
La ripresa, per la Rosselli Mutina, inizia forse persino peggio del primo tempo. Al 4’ infatti Paradisi viene ammonito presunta simulazione sulla metà campo: una decisione discussa che conduce all’espulsione diretta del numero 10, proprio sotto la tribuna, accusato di rimostranze. Nonostante l’inferiorità numerica, la compagine gialloblù spinge sull’acceleratore costringendo il Castelnuovo ad arretrare nettamente il baricentro. Ne nasce una pressione continua fatta di molti blitz in avanti, alcuni dei quali si trasformano in chiare occasioni da gol e altri in tiri da lontano. Tra i primi annotiamo il colpo di testa di Righi al 41’ su punizione di Girotti e la zampata di Manno al 42’ da pochi metri (parata); tra i secondi sono da ricordare i due tentativi di Gripshi al 18’ (stoppato da Sassi in due tempi) e al 44’ (calcio a giro finito centrale). I locali rispondono con una serie di contropiede, sviluppati principalmente sull’asse Totaro-Bellini, che in un paio di circostanze fanno correre i brividi agli ospiti: al 17’ Guglielmetti da buona posizione, all’esito di una mischia dopo un corner, di piatto sbaglia la mira da buona posizione; al 31’ Bellini, su suggerimento di Orlandi, si vede respinto dalla difesa un tiro a botta sicura all’altezza del dischetto del rigore. Nessuna chance va a ogni modo a buon fine in una partita diventata maschia col trascorrere dei minuti e connotata, soprattutto nella ripresa, da tante polemiche da una parte e dall’altra per le numerose ammonizioni in buona parte inflitte per simulazione. Alla fine i “gialli” saranno ben 9.
Archiviato il pareggio, uno 0-0 identico alla sfida delle due squadre lo scorso settembre in Coppa Italia, la Rosselli Mutina pensa già alla prossima gara: domenica 29 i gialloblù ospiteranno La Pieve Nonantola in un altro derby modenese che si preannuncia carico di significati.
22 gennaio 2017

LA MUTINA SPORT STOPPATA IN CASA DALLA REAL CABASSI: NON BASTA IL GOL DI TERRANOVA


MUTINA SPORT-REAL CABASSI 1-1
Reti: 30’ Mozzillo, 73’ rig. Terranova

MUTINA SPORT: Palladini, De Benedictis, Morselli (67’ Cinquegrana), Sacchi (46’ De Laurentiis), Prampolini, Negro, Gheorghe (81’ Cioffo), Crisi, Cosmai, Terranova, Cuoghi (73’ Andreacchio). A disp. Andrulli, Jahollari. All. M. Ferrari
REAL CABASSI: Cascioli, Ierardi, A. Ferrari, Savignano, Baraldi, Capasso, Pierobon, Bouih, Mozzillo, Gavioli, Formicola. A disp. Graziano, Silverio, Maratea, Moujoud, Piscopiello, Grazian. All. Rossi
Arbitro: Kenfack di Modena
Note: ammoniti Terranova e Negro

MODENA – E’ stata costretta a un pari interno la Mutina Sport contro la Real Cabassi, in match terminato 1-1 con rete di Terranova su rigore nella seconda giornata del girone di ritorno del campionato di Terza categoria.
La compagine di mister Ferrari è scesa in campo con l’obiettivo di tenere le redini del match e questa volontà ha portato a una supremazia territoriale nata sulla mediana che, benché costante, non ha condotto a particolari occasioni da rete al di là di una quindicina tra corner e calci di punizione sulla tre-quarti. A passare in vantaggio invece sono stati i carpigiani, schierati con un undici difensivo, con una punizione da venticinque metri calciata da Mozzillo intorno al 30’: il suo tiro alla destra di Palladini, sul primo palo, si è infilato nell’angolino diventando praticamente impossibile da intercettare.
Chiusa la frazione iniziale in svantaggio, la Mutina Sport nella ripresa si è presentata con uno schieramento più offensivo grazie anche all’inserimento della punta De Laurentiis al posto del centrocampista Sacchi e i frutti si sono visti: proprio De Laurentiis, per esempio, si è prodotto in una pregevole rovesciata alla quale Cascioli ha risposto con una grande parata mentre in diverse circostanze è mancato l’ultimo passaggio a ridosso dei sedici metri. Il gol è arrivato grazie a uno spunto di Terranova che in area è stato atterrato durante un dribbling sul marcatore: rigore sacrosanto fischiato dall’arbitro Kenfack che lo stesso numero 10 ha insaccato. Raggiunto il pareggio a poco più di un quarto d’ora dal 90’, nel finale la squadra modenese ha cercato a più riprese la via del raddoppio lanciandosi all’attacco, con una disposizione tattica a trazione offensiva, non riuscendo tuttavia nell’obiettivo e rischiando peraltro in contropiede di subire la marcatura dei carpigiani nel frattempo chiusi «a riccio».
Archiviato il pareggio e mosso un piccolo passo in avanti in classifica, pur rimanendo nelle zone alte della graduatoria del girone A, la formazione di Ferrari punta a risolvere le difficoltà sotto porta dove non viene concretizzato il grande lavoro che viene fatto in avanti. Intanto domenica prossima, 29 gennaio, è in programma il derby cittadino sul campo della Gino Nasi, avversaria battuta all’andata col punteggio di 2-0.