Archivio notizie (pagina 56)
16 ottobre 2016

LA MUTINA SPORT PAREGGIA IN CASA COL SAN PAOLO E RESTA SECONDA

MUTINA SPORT-SAN PAOLO 1-1
Reti: 12' De Laurentiis, 75' rig. Alberti

MUTINA SPORT: Palladini, De Benedictis (81' Cinquegrana), Morselli (70' Gambarelli), Sacchi, Zanasi, Negro, Cioffo (66' Severi), Crisci (81' Fowe), Cosmai (84' Gheorghe), Terranova, De Laurentiis. A disp. Jahollari, B. Prampolini. All. Ferrari
SAN PAOLO: Salta, Malagoli, Cavalletti, Giorgi, Iadarola, S. Stefani, Chiodi, Iattoni, Alberti, Franchini, G. Prampolini. A disp. Cavellini, Piacentini, Erihioui, D. Stefani, Vincenzi, Pellegrini, D'Angelo. All. Sobhi
Arbitro: Cardone di Modena

MODENA – E' arrivato un pareggio interno per la Mutina Sport nell'importante derby cittadino col San Paolo: ma nonostante la gara dominata, la sesta nel girone A del campionato di Terza categoria, i ragazzi di mister Marcello Ferrari hanno incassato soltanto un punto.
La partita - maschia - ha visto come al solito i giovani gialloblù partire forte e imporre le proprie trame grazie anche a uno schieramento offensivo con la mediana disposta a rombo a supporto delle due punte. Diverse sono state le chances da rete create: da segnalare in particolare la discesa sulla sinistra di Morselli, autore di un tiro dal limite dell'area terminato fuori, e la palla capitata sui piedi Cosmai che ha sprecato nonostante fosse a tu per tu con Salta. La marcatura dell'1-0 non si è comunque fatta attendere grazie a uno splendido spunto corale dei padroni di casa: l'azione è nata da Cioffo che ha servito Terranova che, dopo essersi esibito in una rabona, ha aperto sulla destra De Benedictis che dalla fascia ha crossato per Cosmai; il centravanti, spalle alla porta, si è girato spalle alla porta e, superando con un suggerimento a centro area il difensore rivale, ha attivato De Laurentiis che stava arrivando a rimorchio. Il numero 11 ha così raccolto e segnato tra gli applausi del pubblico. Poco concreta è stata la risposta del San Paolo, che si è limitato a una scorribanda sulla sinistra di Prampolini sulla sinistra, non finalizzata da Stefani in area.
Nella ripresa il leit-motive è proseguito, con la Mutina Sport impegnata a tenere il pallino del gioco e allo stesso modo incapace di raggiungere il possibile raddoppio (con un buon contributo della sfortuna): la più clamorosa delle possibilità è quella nata sull'asse De Laurentiis-Terranova, col primo che dopo aver saltato un avversario ha servito il secondo; il numero 10 ha calciato a botta sicura, trovando però il palo tra lui e il gol con la palla che successivamente carambolata tra le braccia di Salta. Il San Paolo è tuttavia riuscito a trovare il pareggio grazie a un discusso rigore che Stefani ha insaccato a un quarto d'ora dal termbine; molte sono state le proteste nei confronti dell'arbitro Cardone, non solo in occasione del penalty ma pure per svariati fuorigioco più che dubbi fischiati.
Il match si è dunque chiuso sull'1-1, consentendo ai gialloblù di restare al secondo posto in classifica a quota 14 punti ancora imbattuti. Domenica prossima è in programma la trasferta a Carpi per affrontare l'Union Cabassi.
12 ottobre 2016

LA ROSSELLI MUTINA SALE SULL'OTTOVOLANTE E SBANCA ANCHE MONTEOMBRARO

MONTEOMBRARO-ROSSELLI MUTINA 1-3
Reti: 5' Girotti, 23' rig. Azzouzi, 56' Righi, 81' Morotti

MONTEOMBRARO: Di Ceglie, Masi (73' Ruzzo), Barani, Carelli, Borelli, Canalini, Doffour (59' Nardozza), Perziano, Manfredini (62' Borghi), Toni, Morotti. A disp. Malavasi, Pignatti, Naji, Franceschini. All. Cavuoto
ROSSELLI MUTINA: Brancolini, Ricaldone, Righi, Prandi, Girotti (74' Vaccari), Ligabue (59' Guastalli), Paradisi, Modica, Azzouzi, Manno (59' Lusvardi), Vignocchi. A disp. Benedetti, Asante, Bozzini, Pecorari. All. Nannini
Arbitro: Aldi di Ferrara (Sconamiglio di Reggio Emilia e Grande di Bologna)
Note: spettatori 50 circa. Ammoniti Masi e Carelli
MONTEOMBRARO DI ZOCCA – La Rosselli Mutina sale sull'ottovolante e sbanca anche Monteombraro con un netto 3-1, centrando l'ottava vittoria in altrettante partite di campionato e guadagnando la vetta del girone B di Promozione a quota 24 punti. Decisivi, per la truppa di Nannini capace di chiudere il match già a metà della prima frazione, i centri di Girotti, Azzouzi (dal dischetto) e Righi.
Le reti. Al 5' Girotti approfitta di una indecisione del portiere e di un difensore locali e riesce a intercettare una respinta di Di Ceglie, insaccando praticamente a porta vuota. Al 23' arriva il raddoppio della Rosselli Mutina: Paradisi, servito a sinistra, entra in area con la palla al piede; Borelli lo atterra e l'arbitro finalese Aldi decreta il rigore, che Azzouzi insacca di potenza. All'inizio della ripresa, all'11', Righi sigla il tris svettando su un corner dalla destra di Modica per l'incornata che vale il punto dello 0-3. Il Monteombraro riesce ad accorciare le distanze a 9' dalla fine con Morotti, che recupera una palla vagante sul lato sinistro dell'area, si presenta a tu per tu con Brancolini e lo infila. Da segnalare tra le occasioni da rete anche la traversa colta su punizione da Girotti nei minuti finali del primo tempo (con una fondamentale deviazione di Di Ceglie) e il palo centrato da Toni all'85', un legno che ha spento le speranze di rimonta locali.
9 ottobre 2016

IL “SETTEBELLO” DELLA ROSSELLI MUTINA: BATTUTO ANCHE IL PERSICETO


ROSSELLI MUTINA-PERSICETO 85 3-2
Reti: 18' Ricaldone, 33' El Madi, 38' Modica, 63' Comani, 65' Pecorari

ROSSELLI MUTINA: Brancolini, Ricaldone, Righi, Prandi, Tammaro (44' Ligabue), Vignocchi, Asante (46' Pecorari), Modica, Azzouzi (75' Manno), Paradisi, Guastalli. A disp. Benedetti, Vaccari, Girotti, Lusvardi. All. Nannini
PERSICETO 85: Baattout, Novelli, Cattabriga, Compagnucci, Comani, Dalrio (41' Farisco), Limongelli (67' Cumani), Cavicchioli, El Madi, Aning, Veronesi (83' Trombetta). A disp. Morisi, Marchesi, Provenzano, Cesari. All. Fancelli
Arbitro: Gresia di Piacenza (assistenti Evangelisti di Cesena e Tumedei di Forlì)
Note: spettatori 100 circa. Ammoniti Righi, Cavicchioli, Vignocchi, Modica e Farisco. Tammaro uscito per infortunio

MODENA – Sette partite, sette vittorie e il miglior attacco del campionato. Continua come un rullo compressore la marcia della Rosselli Mutina, ai vertici nel girone B del torneo di Promozione, che ha battuto anche il Persiceto salendo a quota 21 punti in classifica. A segno sono andati Ricaldone, Modica e Pecorari.
La partita disputata all'«Allegretti» di San Damaso ha visto le due formazioni fronteggiarsi a viso aperto sin dai minuti iniziali. Il primo spunto è stato degli ospiti, con una punizione calciata centralmente da Compagnucci e intercettata dal portiere locale al 6', ma il primo gol è stato dei padroni di casa al 18'. A destra infatti Asante, in posizione di ala, ha dribblato Compagnucci con una finta e ha crossato in mezzo per Ricaldone: il colpo di testa a botta sicura è stato respinto da Baattout, che nulla ha potuto fare sulla successiva zampata dell'esterno. Uno a zero.
Il Persiceto non ha accusato il colpo ed è ripartito: prima con un fendente da fuori di Cavicchioli (out al 22'), poi con un'incornata di Dalrio al 31' sulla quale la smanacciata d'istinto di Brancolini è stata prodigiosa; la fortuna ha assistito il numero uno, perché la palla ha lambito la traversa prima di essere allontanata da un difensore. E' stato il preludio al pareggio ospite: su un'azione di contropiede Aning si è fatto stoppare il tiro da Brancolini e sugli sviluppi della ribattuta El Madi è arrivato per primo siglando l'1-1 al 31'. L'equilibrio è tuttavia durato poco, perché un'altra invenzione di Modica ha spinto avanti i gialloblù: al 38' il numero 8 dal limite, dopo aver vinto un contrasto, ha calciato forte e basso di sinistro, indovinando l'angolino alla sinistra di Battout. Due a uno a una manciata di minuti dall'intervallo, una gioia rovinata a pochi secondi dalla pausa dall'infortunio subìto da capitan Tammaro.
Nella ripresa, mentre la pioggia ha iniziato a cadere in maniera insistente, al 9' Vignocchi ha avuto sui piedi la chance del tris, negata però da Baattout. L'intensità agonistica dei bolognesi è stata premiata al 18', quando Comani ha saltato più in alto di tutti su un cross dalla sinistra: il suo colpo di testa ha dato vita a una parabola imprendibile per Brancolini, beffato sul lato opposto, firmando il 2-2. Di nuovo, incassata la rete, così come nella prima frazione la Rosselli Mutina ha offerto un'altra prova di forza pigiando sull'acceleratore e vanificando subito il pareggio rivale: al 20' Modica, sempre letale dalla distanza, ha battuto una punizione centrale imprimendo velocità ed effetto alla palla, tanto il numero 1 persicetano ha potuto soltanto respingere consentendo a Pecorari di avventarsi come un falco e di segnare il 3-2. Ancora in vantaggio, la compagine gialloblù ha messo in campo la fisicità necessaria per frenare gli ospiti che hanno alzato il baricentro e approfittandone per produrre alcune ripartenze che hanno prodotto un paio di pregevoli discese sulla destra di Paradisi, autore di suggerimenti tuttavia non raccolti dai compagni.
Il risultato non è più cambiato fino al fischio finale dell'arbitro piacentino Gresia, a certificazione del settimo successo in altrettante gare e del primato nel numero di marcature (ben 16). Ma non c'è tempo per rifiatare, perché mercoledì sera si torna in campo: il turno infrasettimanale del 12 ottobre vedrà la Rosselli impegnata in trasferta a Monteombraro.