Archivio notizie (pagina 71)
7 luglio 2016

MUTINA SPORT: ARRIVANO UN ATTACCANTE E DUE PORTIERI

Un attaccante e due portieri. Continua l’opera di rafforzamento della Mutina Sport, la formazione di Terza categoria che nella scorsa stagione ha brillantemente debuttato nei campionati federali: tre sono i nuovi giocatori che saranno affidati agli ordini dell’allenatore Marcello Ferrari.
Partendo dal reparto offensivo, nei giorni scorsi è stato raggiunto l’accordo con lo Spilamberto per Gennaro De Laurentis, classe 1994: la formazione gialloblù si è assicurata le prestazioni della giovane punta che nell’ultima stagione è rimasta ferma e alla quale è chiesto un grande contributo in avanti.
Spostandosi verso la porta, è un ingaggio importante quello di Giovanni Villani. L’estremo difensore classe 1981, svincolato, da alcune stagioni era inattivo ma ha un curriculum di prestigio alle spalle: dal settore giovanile del Modena calcio a diversi tornei disputati in Eccellenza e Promozione con le maglie della Solierese e del Fiorano. Con l’esperto portiere arriva il pari ruolo Matteo Messori, classe 1989: proviene dall’Atletic Cdr dopo aver militato nell’ultima stagione nel San Paolo.
5 luglio 2016

ROSSELLI MUTINA, PARLA MORSELLI: «RINFORZATI SOPRATTUTTO IL SETTORE GIOVANILE E LA SOCIETA’. IN PRIMA SQUADRA ABBIAMO VOLUTO ATLETI AMBIZIOSI E RESPONSABILI»

L’imprenditore, figura di riferimento del club di viale Amendola: «Abbiamo tenuto fede alle parole spese in primavera: nessun distacco e, anzi, rilancio delle ambizioni. Ma la Solierese resta, assieme ad altre quattro candidate, la squadra da battere»

MODENA – «Abbiamo rafforzato la squadra, sì, ma soprattutto abbiamo rafforzato la società e il settore giovanile. Queste sono le nostre priorità». A pochi giorni dalla presentazione della rosa che affronterà il campionato di Promozione, l’imprenditore Gian Lauro Morselli – figura di riferimento del club assieme a Paolo Galassini – parla della Rosselli Mutina e fa il punto sulla prossima stagione. E indica chi sarà la favorita del prossimo torneo: la Solierese.
Morselli, siete ancora in prima linea nel club di viale Amendola.
«Abbiamo mantenuto fede alle parole che avevamo speso alla fine della scorsa stagione e, ovvero, che l’impegno sarebbe stato rilanciato per il nuovo torneo di Promozione dopo la sofferta salvezza raggiunta in aprile. Qualcuno aveva parlato di allontanamento, di malumori, di scelte divergenti: niente di più falso. Anzi. Posso garantire che siamo vicini alla squadra più di prima e che ci siamo interessati direttamente dei nuovi ragazzi che sono entrati nel gruppo. Abbiamo cercato di costruire una squadra con ambizioni e responsabilità e ci siamo dati da fare affinché la squadra tornasse a giocare le partite a Modena città, come in effetti accadrà nella frazione di San Damaso, lasciando San Cesario che pure ci aveva accolto benissimo. E’ giusto che la Rosselli Mutina, squadra nata in un quartiere del capoluogo, stia a Modena».
Tecnicamente, dunque, l’organico è stato rinforzato?
«Senza dubbio sono arrivati giocatori di qualità e la rosa è di buon livello, così come sono di riconosciute abilità il nuovo allenatore Claudio Nannini e lo staff tecnico che è stato messo a disposizione della prima squadra: il vice Paolo Pini, il preparatore dei portieri Carlo Madrighelli e il team manager Giorgio Malavolta, che affiancherà il direttore sportivo Bob Fantazzi. Ma questo non fa di noi i primi della classe: non bastano certo i “nomi” per vincere un campionato. Penso invece che la Solierese sia ancora una volta la squadra favorita, la formazione da battere, d’altronde da diversi anni stanno tentando il salto in Eccellenza: magari, con l’aggiunta di due ottimi calciatori come i fratelli Montorsi, questa sarà la volta buona».
Nelle scorse settimane sono entrate nuove figure nell’organigramma societario del club.
«Sì, avevamo annunciato che il settore giovanile sarebbe diventato sempre più importante e così è stato: d’altronde abbiamo ricevuto molte gratificazioni nell’ultima stagione con la vittoria di due campionati provinciali con Allievi e Giovanissimi, i buoni risultati conseguiti dagli Juniores e la conquista di diversi tornei come il Sassi e il trofeo internazionale di Monaco di Baviera. Quest’anno, oltre a diverse scelte logistiche dalle quali trarremo beneficio, abbiamo un nuovo responsabile del vivaio, Vittorio Cattani, ed è stato stretto un accordo con la scuola calcio della polisportiva San Faustino “World child” per il passaggio nella nostra società dei bambini che arriveranno dalle loro squadre. Vogliamo che i modenesi sappiano che la Rosselli oltre ai risultati sul campo, in Promozione o in qualsiasi altra categoria, ha un ruolo di carattere sociale per l’opportunità sportiva che offriamo».

Nella foto: da sinistra Gian Lauro Morselli e Paolo Galassini
4 luglio 2016

ROSSELLI MUTINA: GLI ALLIEVI VINCONO IL TORNEO INTERNAZIONALE GIOVANILE DI MONACO DI BAVIERA



MONACO DI BAVIERA – Si sono fatti onore in Germania trionfando nel prestigioso torneo di calcio giovanile “Komm Mit”. Proprio mentre la Nazionale incontrava la formazione tedesca agli Europei, gli Allievi della Rosselli Mutina hanno conquistato la manifestazione internazionale tenendo alto il nome dell’Italia all’estero: è un grande risultato quello conseguito dai talenti della società di viale Amendola.
Lo scorso week end infatti nel capoluogo bavarese è andata in scena la kermesse, ribattezzata «Munich summer cup», che ha richiamato 38 compagini da tutto il mondo dagli under11 agli under17. E proprio nella categoria dei più grandi, corrispondenti ai nostri Allievi, si è presentata ai nastri di partenza la rosa di mister Christian Villani. I giovani modenesi, classi 1999-2000, hanno superato agevolmente la fase a gironi vincendo prima 2-1 con l’Oberhaunstadt e poi 4-1 con l’Oberes Donauta; ininfluente è risultata la sconfitta per 1-0 con gli svizzeri del Seuzach. Approdati in semifinale, i gialloblù si sono imposti ai rigori con un’altra squadra tedesca, l’Ingolstadt, strappando il pass per la finalissima col Poljicanin. E nello scenario dell’Hans Bayer stadium, davanti a centinaia di persone, una rete è bastata per battere i croati e per aggiudicarsi il trofeo e per far suonare un’altra volta l’Inno di Mameli.
Seguiti da un buon numero di genitori e tifosi, gli Allievi della Rosselli Mutina – che non si sono fatti mancare un tour all’Allianz arena – hanno così chiuso nel migliore dei modi una stagione straordinaria che in maggio li aveva visti «laurearsi» nel campionato provinciale Figc.