Archivio notizie (pagina 81)
3 maggio 2016

LE AMBIZIONI DELLA ROSSELLI MUTINA



MODENA – «Soddisfazione» per il conseguimento dell’obiettivo della salvezza e «rilancio delle ambizioni» per il futuro. E’ questo il commento di Paolo Galassini, figura di riferimento della Rosselli Mutina assieme a Gian Lauro Morselli, a bocce ferme dopo che la prima squadra si è confermata in Promozione.
Galassini, com’è andata la stagione?
«Siamo soddisfatti, abbiamo raggiunto una salvezza tranquilla, non siamo mai stati direttamente coinvolti nella bagarre per la retrocessione. Abbiamo avuto la certezza di restare in Promozione con una giornata di anticipo: è un risultato positivo, se consideriamo che provenivamo da due promozioni consecutive».
Avete annunciato la fine dell’esperienza di Enrico Zanasi alla guida tecnica della squadra.
«Abbiamo ritenuto che un ciclo si sia chiuso. Con lui c’è un legame particolare, non solo a livello sportivo, e a “Chicco” va un sentito ringraziamento per quanto fatto in questi anni. Sia a nome mio sia per conto della società».
Chi sarà il nuovo tecnico?
«Stiamo valutando alcuni profili, non c’è nulla di sicuro, e assieme al direttore sportivo Bob Fantazzi siamo al lavoro per individuare una figura che possa accompagnarci nel nostro percorso di sviluppo. Le ambizioni della Rosselli Mutina non sono cambiate e, anzi, sono crescenti».
In che termini?
«Assieme a Gian Lauro Morselli, al presidente Franco Cosmai e a Stefano Benedetti (che rappresenta per la società più di un semplice allenatore) siamo impegnati in un’opera di consolidamento della struttura organizzativa. C’è unità d’intenti e intendiamo apportare miglioramenti anche al settore giovanile: a questo proposito abbiamo contatti avanzati con la persona che andrà a ricoprire il ruolo di nuovo responsabile dell’area, in modo tale da sgravare Benedetti stesso di questo impegno e da consentirgli di dedicarsi alla guida tecnica degli Juniores che in queste ultime due stagioni hanno ottenuto risultati di prestigio».
In autunno vedremo dunque la Rosselli Mutina ancora in Promozione a San Cesario per disputare le gare interne?
«Abbiamo alle porte un appuntamento con l’assessorato allo Sport del Comune di Modena, da sempre attento alle nostre attività e iniziative, con l’obiettivo di riportare la squadra a Modena città la prossima stagione. La Rosselli è una società modenese: diciamo grazie a San Cesario per averci ospitato e per il trattamento ricevuto, però noi proveniamo dal capoluogo e auspichiamo di tornarci».

2 maggio 2016

LA ROSSELLI MUTINA RINGRAZIA E SALUTA LA GUIDA TECNICA DELLA PRIMA SQUADRA

La Asd Rosselli Mutina, al termine del campionato di Promozione 2015-16 chiuso col conseguimento dell’obiettivo primario rappresentato dalla permanenza nella categoria, ha comunicato ai tecnici Enrico Zanasi e Fiorenzo Torrini di ritenere conclusa la loro esperienza alla guida tecnica della squadra.
La società vuole cogliere l’occasione per sottolineare come il ruolo dell’allenatore Zanasi e del vice-allenatore Torrini sia stato di assoluto rilievo nei due anni trascorsi alla guida tecnica: nella stagione 2014-2015 grazie al contributo fondamentale dello staff è stato conquistato il campionato di Prima categoria al termine di un torneo complicato ed esaltante; mentre nella presente annata sportiva 2015-2016 dopo essere salita di categoria la Rosselli Mutina ha ottenuto la salvezza nel campionato di Promozione, il primo della quasi cinquantennale storia del club, senza mai essere direttamente coinvolta nella lotta per la retrocessione e garantendosi così la permanenza nella serie.
Ma preme soprattutto ricordare come la scelta di Zanasi e Torrini di abbracciare il progetto della Rosselli Mutina fosse stata compiuta nell’estate del 2014, quando la prima squadra non era ancora certa di ottenere il ripescaggio dalla Seconda alla Prima categoria, dimostrando di riporre grande fiducia nei nostri colori e anteponendo la volontà di lavorare con la Rosselli Mutina al livello del torneo che sarebbe stato affrontato.
A Enrico Zanasi e a Fiorenzo Torrini vanno, da parte della società Rosselli Mutina, un sentito ringraziamento per la professionalità e l’impegno profusi alla guida tecnica della prima squadra e i migliori auguri personali e professionali per un futuro ricco di soddisfazioni.

La società Asd Rosselli Mutina
1 maggio 2016

SCONFITTA INDOLORE PER LA ROSSELLI MUTINA NELL’ULTIMA DI CAMPIONATO A FABBRICO



FABBRICO-ROSSELLI MUTINA 1-0
Reti: 75’ Beccaria

FABBRICO: Rufo, Bedogni, Marastoni, Carandente (65’ Baldini), Pedrazzoli, Guastalla, Camillo (80’ Renalto), Gimondo, Beccaria, Zaniboni (65’ Gualtieri), Fino. A disp. Bertelli, Ferrari, Sbuciomelea. All. Iori
ROSSELLI MUTINA: Rinaldi, Sghedoni, Ligabue (70’ Lanzellotto), E. Montorsi, Reggiani, Righi, Maggiora (65’ Pattacini), Guilouzi, Manno (80’ L. Montorsi), Guastalli, M. Montorsi. A disp. Federici, Oliviero, Castropignano, Shanableh. All. Zanasi
Arbitro: Liccardo di Ferrara (assistenti Grande e Fabbri)
Note: ammoniti Righi e Guilouzi

FABBRICO – E’ una sconfitta indolore quella subita domenica 1 maggio dalla Rosselli Mutina a Fabbrico nella 34esima e ultima giornata del campionato di Promozione. La formazione modenese aveva infatti già la certezza matematica della salvezza dopo il 2-2 interno del turno precedente col Campagnola e la trasferta reggiana valeva soltanto per gli almanacchi.
Ed è stato un classico match di fine stagione quello andato in scena al “Comunale” tra due compagini che poco avevano da chiedere ai 90’ finali. In campo comunque la Rosselli ha cercato sin dall’inizio di imporre, come spesso accaduto in questo torneo, il proprio gioco e diverse sono state le trame offensive sviluppate da Guilouzi e compagni. In una di queste Matteo Montorsi, al culmine di una bella azione, ha colto un clamoroso palo interno che ha salvato Rufo. Archiviata la prima frazione a reti inviolate, nella ripresa il copione non è cambiato e gli ospiti hanno ribadito la supremazia territoriale. Ad andare in gol sono stati però i locali, autori di alcune ripartenze: proprio su uno di questi spunti Beccaria ha ricevuto un suggerimento in area e, giunto a tu per tu con Rinaldi, lo ha superato con un tocco morbido. Un centro pregevole, davanti al quale i gialloblù non hanno ceduto e, insistendo, sono arrivati al tiro con Sghedoni che tuttavia ha fallito il colpo dell’1-1.
La partita si è dunque conclusa con una vittoria di misura per i locali. Il risultato, come detto in apertura, non cambia l’esito della stagione della Rosselli Mutina che con 43 punti ha chiuso al 12esimo posto, a certificazione di una salvezza tranquilla.